Vi.Vi.FIR: cos’è la Vidimazione Virtuale dei Formulari Rifiuti

Luglio 19, 2021

Il Vivifir è il nuovo sistema che permette di gestire i formulari rifiuti in modo semplice e totalmente digitale, senza necessità di recarsi agli sportelli fisici delle Camere di Commercio.

Il formulario rifiuti o fir

Il formulario di identificazione rifiuti è il documento previsto durante la fase di trasporto dei rifiuti, sul quale sono indicati i soggetti coinvolti, la quantità e la tempistica. La normativa di riferimento è l’art. 193, D. Lgs. 152/2006 e successive modifiche.

Fino a qualche tempo fa, per compilare e consegnare il fir era necessario acquistare i blocchi cartacei di formulari, recarsi fisicamente in Camera di Commercio per la vidimazione dei blocchi e infine dotarsi di stampanti ad aghi per stampare quattro copie del formulario su carta chimica.

La vidimazione era obbligatoria prima dell’utilizzo dei formulari e le copie dei formulari devono essere conservate per tre anni.

Vi.Vi.Fir: il formulario dei rifiuti diventa digitale

Con il nuovo modulo vivifir è finalmente possibile produrre e vidimare il FIR autonomamente.

La numerazione vidimata digitalmente permette, attraverso la nostra suite di moduli software ECOS, di stampare il formulario su carta semplice e gestire i diversi processi necessari per il FIR.

Quali esigenze risolve?

Una gestione snella ed efficace della gestione rifiuti. L’impresa non dovrà più acquistare i formulari né dotarsi di stampanti ad aghi per stampare le quattro copie del formulario in carta chimica. Inoltre non sarà più necessario recarsi fisicamente in Camera di Commercio per la vidimazione di blocchi di formulari, prima di metterli in uso.

Vi.vi.fir e il portale EcoCamere.it

Il nuovo modulo interagisce con il portale di Ecocamere e permette di gestire diversi passaggi della procedura:

  • autenticazione “forte” al portale da parte del delegato/subdelegato

L’accesso deve essere effettuato autentificandosi tramite identità digitale (CNS, SPID, CIE) dalla persona che abbia titolo a rappresentare l’impresa. Nel caso di ente viene inviata una richiesta di conferma della delega all’indirizzo istituzionale presente in Indice PA.

Una volta effettuato l’accesso, il rappresentante dell’impresa o dell’ente, potrà operare in prima persona oppure delegare altri, che dovranno a loro volta autenticarsi, ad effettuare le successive operazioni.

  • richiesta elenco blocchi di formulari per la sede di competenza

Il sistema fornisce un formulario in bianco identico ai tradizionali formulari, che dovrà essere compilato con tutte le informazioni richieste e che consentiranno la tracciabilità del rifiuto durante la fase del trasporto.

  • richiesta numerazione per formulario con vidimazione virtuale e QR Code identificativo

L’utente potrà richiedere la produzione di un numero univoco che verrà applicato sul formulario e varrà come vidimazione dello stesso.

  • scarico del documento digitale

Sarà possibile stampare il formulario con il codice univoco in duplice copia.

  • check “utilizzo” effettivo del formulario al momento dell’effettiva emissione

Le copie stampate dovranno essere firmate entrambe. La prima copia è destinata al produttore e deve essere conservata mentre la seconda, anch’ essa con le firme in originale, accompagnerà il trasporto.

  • annullamento formulario

In caso di qualche errore o se il formulario non fosse più necessario, sarà possibile procedere al suo annullamento.

  • gestione scorte numerazioni per utilizzo off-line delle stesse.

È possibile creare vidimazioni per tenerle sempre pronte in caso di necessità anche senza essere connessi al sistema.

Le funzionalità del Vi.Vi.FIR sono disponibili per tutti i moduli ECOS che consentono la creazione e la stampa dei formulari.

Modulo ATTESTATI AVVENUTO SMALTIMENTO

Il D.Lgs. 116 ed in particolare l’articolo 188 comma 5 stabiliscono che “nel caso di conferimento di rifiuti a soggetti autorizzati alle operazioni di raggruppamento, ricondizionamento e deposito preliminare (…) la responsabilità dei produttori dei rifiuti per il corretto smaltimento è esclusa a condizione che questi ultimi, oltre al formulario di identificazione, abbiano ricevuto un’attestazione di avvenuto smaltimento, resa ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000 n. 445, sottoscritta dal titolare dell’impianto da cui risultino, almeno, i dati dell’impianto e del titolare, la quantità dei rifiuti trattati e la tipologia di operazione di smaltimento effettuata”.

Cioè significa che in caso di particolari forme di smaltimento dei rifiuti, i produttori, per escludere la propria responsabilità, debbano ricevere oltre al formulario dei rifiuti anche il certificato di avvenuto smaltimento dal titolare dell’impianto che effettua tali operazioni.

Riguardo a questa norma ci sono opinioni contrastanti e letture diverse: per questo motivo Sielco ha analizzato puntualmente la normativa e avviato un confronto anche con associazioni di categoria per meglio comprendere modalità, contenuti e forma di uno strumento utile alle aziende.

Nel rispetto di queste indicazioni, è stato realizzato il nuovo modulo per consentire la completa gestione degli Attestati di Avvenuto Smaltimento: stampa, invio e archiviazione.

Il modulo permette anche di gestire il documento di riepilogo trimestrale, che ricordiamo essere un documento facoltativo.

  • Invio dell’attestato

La procedura di invio dell’Attestato di Avvenuto Smaltimento viene gestita, dagli Impianti di Smaltimento (D1-D15), in modo similare all’attuale funzionalità di ECOS Base “Gestione Riscontro Formulario”, ed è possibile stamparlo e/o inviarlo anche tramite PEC al produttore del rifiuto.

È prevista la possibilità di usare queste funzionalità anche da parte di Impianti autorizzati a differenti operazioni di lavorazione.

  • Visualizzazione dei formulari in ingresso

Tramite questa procedura è possibile visualizzare l’elenco dei Formulari in ingresso, da selezionare per poter procedere con l’invio del relativo Attestato di Avvenuto Smaltimento: l’utente visualizzerà solo i Formulari in ingresso per i quali non è stato ancora inviato il relativo Attestato.

  • Stampa e invio tramite PEC

In aggiunta alla stampa di Attestato di Avvenuto Smaltimento, è disponibile anche l’invio tramite PEC del documento di riepilogo trimestrale al fine di informare il Produttore della situazione dei rifiuti da lui conferiti.

 

AVANTAGEHeadquarters
Organically grow the holistic world view of disruptive innovation via empowerment.
OUR LOCATIONSWhere to find us?
GET IN TOUCHAvantage Social links
Taking seamless key performance indicators offline to maximise the long tail.

SIELCO Srl – Cap. Soc. 170.040,00 € i.v. | Iscr. reg. imp. VA 00614130128 | C.FISC./P. IVA: 00614130128 | Iscrizione ROC n. 25147 | Codice Destinatario M5UXCR1 – Designed by Blulogo